Lady in lavender

Lady in lavender

Ciao!
Oggi vorrei parlare di aromaterapia.
Non so se è capitato anche a voi, ma quando da bambina ero raffreddata, la nonna mi imponeva di annusare un fazzoletto sul quale aveva versato dell’olio alla lavanda. Per anni mi sono rifiutata di acquistare qualsiasi prodotto profumato alla lavanda, ricordando l’odore pungente e invadente di quel fazzolettino ricamato.
Di recente ho però riscoperto con piacere il profumo della Lavandula Angustifolia, in particolare di quella coltivata a Venzone.
Non so se sia merito di questa particolare varietà del fiore, ma mi sono letteralmente innamorata dell’olio essenziale di lavanda, inebriata dalle sue note dolci e dal suo profumo di pulito.
Ne massaggio qualche goccia sulle tempie per rilassarmi, lo diluisco nel brucia-essenze, lo massaggio sulla pianta dei piedi della bimba per favorire sonni sereni; lo spruzzo negli armadi per profumare la biancheria e l’ho persino usato in una delle mie lozioni toniche fai-da-te, date le sue virtù benefiche in ambito dermatologico.
Insomma, a chi fosse prevenuto verso questo “profumo di una volta”, consiglio di riscoprirlo e di farmi sapere cosa ne pensa!
A presto
Coco

Share This Post

1 Comment

  1. Blondie81 - October 16, 2012

    Adoro la lavanda…e anche io amo la lavanda di Venzone…fanno pure un festival ogni anno a luglio. Anche io come te la uso per mille motivi: nel bruciaessenze per armonizzare la casa, sul cuscino per allontanare pensieri ossessivi e ricorrenti (ansia da lavoro ecc..), nel bagno per rilassarmi, d'estate nel bruciaessenze per allontanare le zanzare…ecc… Per me è portentosa! E poi mi basta

Leave a reply

CommentLuv badge